10 REGOLE PER UNA VITA PIÙ SOSTENIBILE FIN DA BAMBINI

Mai come in questo periodo di crisi climatica e di terre in trasformazione dobbiamo ricordarci e ricordare quanto sia fondamentale rispettare la natura. Nei piccoli gesti di tutti i giorni, nelle scelte, anche piccole, del quotidiano. È importante che i bambini lo imparino da subito e ne capiscano il valore. Ecco 10 buoni principi da mettere in pratica tutti insieme, per una vita più sostenibile e rispettosa del nostro pianeta.

  1. Niente sprechi
    Inutile dire che i bambini sono spugne e nella vita non faranno che replicare (seppur con qualche fase di rifiuto) quello che fin da piccoli hanno visto. È bene che in casa non ci siano sprechi, nelle abitudini di tutti i giorni. Quindi non mettere troppo cibo nel piatto se si rischia di non mangiarlo; gli avanzi vengono conservati in frigo, consumati nel pasto successivo o congelati. L’acqua non deve scorrere durante tutto il tempo in cui si lavano denti e mani, ma va aperta solo quando serve. Rispettare il principio: acquistare poco, bene e farlo durare.
  2. Raccolta differenziata
    Abituare i bambini alla raccolta differenziata è importante: l’attività può essere facilitata con disegni di immediata comprensione – magari da fare insieme – da attaccare sui bidoni. Proviamo a coinvolgerli sempre, anche con qualche giochino e indovinello, per imparare dove buttare rifiuti. E poi spazio alla fantasia per lavorare e produrre insieme ai bambini splendide creazioni con materiale di recupero, dalle bottiglie di plastica ai ritagli di stoffa, cartoni o giornali.
  3. Spesa km 0 e stagionalità dei prodotti
    Siamo quello che mangiamo: è bene che i bimbi lo imparino fin da subito. La spesa dal contadino può essere più piacevole e di qualità rispetto a quella al supermercato e senz’altro molto più istruttiva. Inoltre, meglio scegliere prodotti stagionali, che sono anche più buoni e sani. Per capire cosa mangiare e quando, esistono dei bellissimi calendari sulla stagionalità di frutta e verdura. Li possiamo anche creare insieme, ritagliando immagini e creando geometrie e fantasie a tutto green.
  1. Poca carne e pesci non in estinzione
    Il consumo di carne è spesso eccessivo e gli allevamenti sono una delle principali fonti di inquinamento. Quindi meglio mangiarne poca, ma di qualità e pagata il giusto, preferendo quegli allevatori che tutelano il benessere animale. Anche il pesce non è tutto uguale, se si vuole essere rispettosi del mare e della salute. Per la salute preferire i pesci piccoli a quelli di grande taglia (i pesci ai vertici della catena alimentare, come tonni, verdesche, pesce spada contengono ad esempio molto mercurio). E poi attenzione a rispettare la stagionalità, anche dei pesci, e non consumare specie che sono in via di estinzione.
  2. Mobilità alternativa e ben organizzata
    Evitiamo troppi spostamenti in auto e cerchiamo sempre delle alternative, quando possibile. Il viaggio in pullman coi bambini può essere molto divertente, quasi una gita, se abbiamo il tempo per gustarcelo. La metropolitana e il tram incuriosiscono tanto i più piccoli, così come il treno, anche per le distanze brevi. Se la macchina è necessaria, cerchiamo di organizzare gli spostamenti coi vicini, facciamo a turno o cerchiamo di razionalizzare i trasferimenti. Quando ci spostiamo in auto organizziamoci per fare tutto in una volta, dalla spesa allo shopping, dalle commissioni alle visite di piacere. E torniamo a camminare, senza prendere la macchina per pochi metri.
  3. In bici, anche d’inverno
    Chi lo dice che con il freddo bisogna smettere di andare in bici? Basta coprirsi e magari cercare i percorsi meno trafficati, per evitare di pedalare in mezzo alle automobili. Ci sono diversi accessori, per ogni gusto ed esigenza: caschetti, sacchi termici, teli, coprigambe, proprio per favorire gli spostamenti su due ruote anche con il freddo. In Nord Europa lo fanno quotidianamente: prendiamo il buon esempio!
  4. Temperature basse in casa
    Evitiamo di tenere il riscaldamento di casa a temperature troppo elevate: fa male all’ambiente e alla nostra salute. Passare da temperature tropicali in casa al freddo esterno è uno sbalzo termico eccessivo che non fa bene a nessuno. Inoltre, le temperature ridotte favoriscono il sonno dei più piccoli e, di conseguenza, la serenità degli adulti! E rafforzano anche le difese immunitarie. Basta indossare una maglia pesante e calzettoni anche in casa o una soffice copertina per rilassarsi sul divano.
  5. Pochi giocattoli
    Insegniamo ai bambini il piacere del desiderare una cosa senza ottenerla subito. I piccoli hanno bisogno di pochi giochi da amare, con cui giocare a lungo fino a prenderne confidenza e acquisirne le competenze e abilità. Dando loro troppi giochi anticipiamo un bisogno – quello del possedere ancora o di nuovo – che in realtà non esiste. Cambiare continuamente giochi non consente loro di godere appieno di quel che hanno. Insomma, anche in questo ambito, vale la regola: meglio pochi giochi ma intelligenti.
  1. Viaggiare responsabile
    Le vacanze in famiglia sono un bellissimo spaccato di cultura che passiamo ai nostri figli. Possiamo crescere cittadini del mondo, rispettosi di tutti i mondi che verranno a conoscere, se li abituiamo fin da subito ad apprezzare la diversità. In viaggio optiamo per scelte responsabili, prediligendo mezzi di trasporto e strutture in linea con i principi della sostenibilità. Evitiamo tutto ciò che è costruito per i soli turisti e soprattutto parliamo, chiediamo, scambiamo. Tutto questo alimenta curiosità e voglia di conoscere, e al contempo un grande rispetto per i luoghi e le persone.
  2. Stare all’aria aperta
    Basta televisioni, computer e tablet, evviva le attività all’aperto, in qualsiasi stagione! Proponiamo ai nostri bambini lunghe passeggiate, attrezzati di binocolo, quadernino e matita per prendere appunti, una macchina fotografica e una lente di ingrandimento. Lasciamo loro tempo per il gioco libero in mezzo alle foglie cadute, alla neve o alle pozzanghere. Allestiamo picnic, in mezzo al verde o urbani nelle piazze intorno a casa, o improvvisiamo una caccia al tesoro che stimoli la loro voglia di scoprire e guardarsi intorno. Facciamo notare ai nostri figli la bellezza che abbiamo intorno. Apprezziamola e rispettiamola insieme, tutti i giorni!

La chiave per meravigliose esplorazioni nella natura è indossare abbigliamento adeguato, quello che lascia i bambini liberi di correre, muoversi, saltare. A partire dalle scarpe che sostengono il piede nella maniera corretta, senza mai costringere: flessibili, leggere, comodissime.

Potrebbero interessarti anche...